Un pezzo di Marrakesh in Italia. Sai dove si trova?

Un luogo sospeso fra due mondi.

Dove l’Oriente si fonde con l’Occidente,l’Europa abbraccia l’Africa.

La nostra amata Italia come sappiamo è un mix di culture contrastate,una delle tante,appunto,si trova proprio in Sicilia più precisamente a Mazara del Vallo.Qui c’è un vecchio quartiere la Kasbah cioè quartiere arabo che,ancora oggi,mostra tutti i fasti di un tempo.Gli arabi contribuirono considerevolmente allo sviluppo della città, utilizzando la loro inconfondibile arte per impreziosire la città. Fù proprio grazie agli arabi se la città di Mazara del Vallo poté diventare una delle più stimate località marinare della Sicilia e non solo, poiché la popolazione araba che si stanziò in questa cittadina importò tutte le più moderne tecniche di pesca, permettendo a Mazara del Vallo di ricoprire tale ruolo ancora oggi.

La città di Mazara del Vallo vide,negli anno ’70, l’avvicinamento di numerose famiglie di tunisini, le quali, nel corso dei decenni, iniziarono lentamente a popolare la città, stabilendosi proprio nella Kasbah di Mazara del Vallo, che continua a mostrare tutte le affascinanti bellezze dell’arte araba, egregiamente conservatisi nel corso del tempo. L’avvento della comunità tunisina nella città di Mazara del Vallo ha permesso al suo Quartiere Arabo di rivivere per una seconda volta, grazie al loro operato che ha contribuito all’arricchimento artistico e culturale di questo luogo, il quale può oggi vantare numerose maioliche colorate che si mescolano ai fasti del settecentesco Barocco siciliano, vero protagonista del centro storico di Mazara del Vallo. La Kasbah di Mazara del Vallo, oggi, è anche la sede del Blue Sea Land, l’annuale evento che intende promuovere le culture mediterranee attraverso la loro arte e i loro piatti tipici, trovando in questo quartiere la location ideale in cui ospitare i tanti rappresentanti dei numerosi paesi coinvolti in questa straordinaria iniziativa multiculturale.

La Kasbah di Mazara del Vallo è un affascinante labirinto urbano, un viaggio avventuroso che ti conduce attraverso un caleidoscopio di esperienze e sensazioni. E’ divisa in quattro quartieri distinti :Giudecca, San Francesco, San Giovanni e Xitta, questa splendida struttura offre un’incredibile varietà di tesori nascosti. I suoi vicoli, che ricordano dei tunnel, ti guidano verso cortili segreti e nascosti, spesso invisibili a meno che non si decida di percorrere questi passaggi intricati.Ogni svolta è una sorpresa, ogni angolo nasconde una nuova scoperta. Ma ciò che rende la Kasbah un’esperienza unica sono le sue ceramiche. Ogni angolo, ogni strada, ogni muro sembra essere adornato da queste opere d’arte fatte a mano. Ognuna racconta una storia, raffigurando paesaggi o scene di vita quotidiana con una vivacità e un dettaglio che cattura l’occhio e l’immaginazione. Inoltre, alcune portano i simboli delle varie religioni, creando un ponte di terracotta che unisce le diverse fedi in un abbraccio di rispetto e comprensione. Questo insieme di arte e spiritualità rende la Kasbah un luogo dove la bellezza e la cultura si fondono in un’esperienza indimenticabile.

Nel cuore del quartiere arabo di Mazara del Vallo, in un vicoletto che sembra nascondere più segreti di quanti ne riveli, si trova una gemma nascosta di rara bellezza: la Porta Blu. A prima vista, potrebbe sembrare un tipico Riad marocchino, una promessa di esotismo e avventura lontano da casa. Ma non lasciatevi ingannare dall’apparenza. Questa non è una semplice abitazione o un luogo di villeggiatura. È qualcosa di molto più speciale, un’opera d’arte vivente, creata con pazienza e passione dal suo proprietario.

Tra stradine strette e vicoli caratteristici potrete andare alla scoperta di un luogo magico e incantato che vi catapulterà all’interno di ambientazioni suggestive dallo stampo arabo e orientale. Un’esperienza da Mille e una notte che porterete per sempre nel cuore e nei ricordi. Per rendere ancora più interessante ed unico questo luogo è l’ Hamman che ancora oggi possiamo ammiare in tutto il suo splendore.L’hammam è un rituale di bellezza rilassante che frutta il calore e l’umidità, nato per purificare il corpo e lo spirito.L’hammam è un trattamento a base di acqua calda, già sfruttato nelle terme romane. Molto diffuso nei Paesi arabi, l’hammam è ormai popolare anche da noi, come trattamento benessere rilassante e detossificante. L’hammam consiste nel rimanere all’interno di stanze dove viene diffuso vapore acqueo, in cui si rimane per un tempo variabile: si tratta quindi di un trattamento simile al bagno turco ma, a differenza di questo, l’hammam prevede un percorso in più stanze a temperature e gradi di umidità diverse e include alcuni trattamenti specifici. L’hammam presenta anche differenze con la sauna: la sauna usa infatti caldo secco, mentre nell’hammam si sfrutta anche l’umidità oltre al calore.L’hammam non nasce però come semplice rituale di bellezza ma con un significato spirituale e religioso, poiché pulisce e purifica corpo e mente; nel mondo arabo, infatti, si ricorre all’hammam prima della preghiera, come rito che ripulisce corpo e spirito.Il percorso hammam,come detto prima,può prevedere il passaggio in diverse stanze, di solito da due a quattro. Generalmente il trattamento si effettua in modo graduale ed è composto quindi da fasi differenti. Tradizionalmente al termine del percorso si riposava in una stanza in cui venivano offerti dolci e tè alla menta per reintegrare i liquidi persi con la sudorazione, mentre oggi si sorseggiano tisane o anche bevande alcoliche come vino o champagne.